Alluce limitus

  • Trattasi di una patologia spesso deformativa, degenerativa e dolorosa dell’articolazione dell’alluce, a cui spesso si associa un aumento del volume dell’osso dorso mediale che spesso il paziente confonde con un iniziale alluce valgo.

    In realtà non si tratta di una deviazione angolare dell’articolazione sul piano trasversale, generalmente l’articolazione è ben allineata, ma di una eccessiva elevazione del 1° metatarsale sul terreno che produce una scorretta meccanica articolare durante il carico e il cammino, impedendo alla prima falange dell’alluce di scorrere sulla testa del metatarsale, creando un conflitto dorsale falange/metatarso. Il blocco articolare che viene a crearsi modifica la deambulazione, costringendo spesso a supinare* (*appoggiare sul lato esterno) il piede mediante un continuo e involontario controllo muscolare. I primi sintomi, infatti, sono spesso dolori alle gambe, ai fianchi (regione trocanterica) e crampi muscolari, spesso c’è una intolleranza all’uso dei tacchi e una progressia comparsa di dolore sotto i metatarsali centrali e laterali. Spesso questi sintomi vengono interpretati come generici disturbi ma, al comparire della deformità e aumento di volume dell’articolazione e soprattutto del dolore, il quadro clinico diventa evidente.

    Nelle fasi iniziali, la consapevolezza del disturbo, l’uso di calzature adeguate e/o di plantari e il controllo del cammino, possono rendere tollerabile il problema, ma in caso di dolore e degenerazione articolare (spesso ben documentabile radiograficamente) si consiglia una correzione chirurgica.

  • Hai bisogno di un consulto medico?

    Il dott. Morandi riceve su appuntamento a Milano, presso lo Studio Medico Capranica.