Neuroma di Morton

    • Day Hospital
    • Durata dell'intervento: 15-20 min
    • Anastesia: solo l'arto operato
    • Decorso: si cammina dal giorno seguente senza stampelle
    • Deambulazione: tre settimane con scarpa post operatoria di protezione


    Informazioni sull'intervento



    Questa patologia dolorosa, molto comune, è causata da una sofferenza del nervo plantare intermetatarsale, solitamente del 3° spazio e, meno frequente, del 2°. 
    Tale sofferenza ha origini meccaniche e solitamente è associata ad una scorretta biomeccanica dell’avampiede.

    Molto frequentemente metatarsalgie di natura meccanica, vengono erroneamente interpretate come di natura neurogena, rischiando di sottoporre il paziente ad un intervento inutile.

    Il processo irritativo iniziale, neurite, può avere un andamento alternato ed è spesso reversibile con adeguati accorgimenti, come l’uso di plantari e calzature adeguate, ma quando il processo cronicizza, si arriva ad una degenerazione del nervo e alla formazione di un neurinoma, degenerazione cistica del nervo.

    A questo stadio, la sintomatologia diventa costante, il dolore è spesso molto violento, urente, irradiato alle dita del piede (2°-3°-4°) accompagnato da intorpidimento delle stesse.

    L’uso della calzatura ha spesso un effetto scatenante, inducendo il paziente a toglierla. Vengono proposti varie soluzioni terapeutiche poco invasive, come infiltrazioni cortisoniche o sedute di alcolizzazione del nervom ma i risultai, incostanti e spesso poco soddisfacenti portano ad una soluzione chirurgica che consiste nell'asportazione del neuroma per via dorsale attraverso una incisione di circa 1,5 cm.
    L'intervento viene eseguito in regime di Day Hospital, in anestesia locale e prevede un decorso post operatorio di tre settimane durante le quali il piede sarà protetto da una scarpa apposita.