Leggi l'articolo

    • 26 Jun
    • 2016

    L'importanza di un corretto appoggio del piede

    Nella società moderna è sempre più presente e sempre più invalidante una patologia conosciuta con il nome di lombalgia o lombosciatalgia, comunemente chiamata “Mal di Schiena” spesso associata a fenomeni di Artrosi Precoce.

    Frequentemente questo dolore, che limita le abituali attività lavorative e ludiche dell'individuo andando ad incidere sulla qualità della vita dello stesso, deriva da un cattivo appoggio di uno o entrambi i piedi.

    Diverse patologie congenite o acquisite del piede ( alluce valgo, sindrome pronatoria dell'adolescente e dell'adulto, retropiede valgo, piede cavo, cedimento delle teste metatarsali) hanno un grosso impatto in catena ascendente sulle articolazioni sovrastanti fino a condizionare in maniera importante la postura del soggetto e a provocare squilibri biomeccanici e funzionali che sono alla base del "Mal di Schiena".

    Cosa fare quindi?
    Innanzitutto è opportuno un check up del piede per valutare eventuali malformazioni e/o difetti di appoggio dello stesso.
    La scienza moderna ci viene in aiuto affiancando alla valutazione clinica, che risulta comunque essere il momento fondamentale per il riscontro di eventuali patologie, diversi strumenti per lo studio dell'appoggio del piede.

    Si parte dall'utilizzo del podoscopio per la valutazione statica della postura del piede fino ad arrivare alla bioimpedenzometria dinamica che ci permette di valutare l'appoggio nella sua globalità durante la deambulazione e durante la corsa.

    In seconda battuta è necessario andare a correggere eventuali patologie o squilibri biomeccanici presenti.
    Nei casi più gravi e difficilmente correggibili la soluzione è sempre chirurgica, ma fortunatamente la maggior parte delle valutazioni porta alla scelta di una correzione conservativa grazie all'utilizzo delle ortesi plantari più comunemente conosciute con il nome di solette.
    Esistono numerosi tipi di plantari e solo una corretta diagnosi può portare alla corretta scelta del tipo di plantare da utilizzare.
    E' molto importante capire l'utilità della personalizzazione del plantare perchè i nostri piedi, così come le nostre impronte digitali, sono unici ed una standardizzazione dell'ortesi plantare non gioverebbe alla nostra postura, anzi, potrebbe portare addirittura ad un peggioramento.

    Negli ultimi anni diversi studi hanno inoltre dimostrato come anche su un piede sano, senza squilibri biomeccanici in atto, l'utilizzo di un plantare personalizzato abbia effetti positivi sulla performance sportiva e non del soggetto ed abbia un effetto preventivo di patologie come il “Mal di Schiena” e l'Artrosi Precoce.